Le Alpi Apuane

Le Alpi Apuane sono un massiccio montuoso che caratterizzano il territorio della Garfagnana e dell’Alta Versilia. Il monte più alto è il il Monte Pisanino (1946 metri).
Le Alpi Apuane in origine erano chiamate Monti di Kairara o Karara dall'etimo celtico Kair, cioè pietra; successivamente monti lapicidines, (in latino: di pietra) poi Panie ovvero pagine (dal significato greco di confine, durante l’epoca greco-bizantina, del territorio di Luni), e infine Alpi Apuane.(a partire da metà del 1800 dallo storico Emanuele Repetti). 
I rilievi sono costituiti in prevalenza dai celebri marmi più o meno candidi  e la cui escavazione venne aumentata dai romani. 
Le Alpi Apuane infatti, da allora, note per l'escavazione del marmo, utilizzato per la realizzazione sia dei rivestimenti esterni ed interni dei grandi ed importanti edifici pubblici e privati ( chiese e palazzi ) sia prediletto dagli artisti per monumenti ed opere architettoniche celebrative di personaggi ed avvenimenti . 
La Alpi apuane sono chiamate appunto alpi per la loro forma, simile alle Alpi settentrionali, e uniscono a paesaggi tipicamente alpini la vicinanza al mare; questo le rende uniche e capaci di paesaggi irripetibili.
Inoltre, sulle Apuane si possono incontrare, nel giro di un'ora e sullo stesso sentiero, una moltitudine di piante appartenenti ad ambienti naturali molto differenti tra loro grazie alla presenza alla variazione del microclima legato all'esposizione dei versanti e ai repentini cambiamenti di altitudine.
Influenzate dalla diversa natura delle rocce, dalla pioggia o dall'isolamento geografico, un certo numero di piante ha  trovato su queste montagne l’habitat naturale per diversificarsi dalle specie originarie e formare così specie del tutto nuove ed uniche al mondo.